PROMETEO BLOG - Non perdere tempo - di Erica Lanzoni - PROMETEO BLOG - PROMETEO

Vai ai contenuti

Menu principale:

PROMETEO BLOG - Non perdere tempo - di Erica Lanzoni

PROMETEO ASSOCIAZIONE CULTURALE A PROMOZIONE SOCIALE
Pubblicato da in Consapevolezza ·
Tags: consapevolezzaosservazione


Siamo in questa vita per crescere, non per essere perfetti, per evolvere è necessario sperimentare.
Nella mia ancora breve sperimentazione ho toccato proprio con mano quanto rimanere legati al passato ci renda egoisti.

Non vivere veramente il presente ci rende assenti, inutili, quindi lontani da un'apertura al prossimo e all'amore che potremmo dare al momento necessario, cioè quello presente.
Quanto una lamentela ci renda fastidiosamente pleonastici, e ancora una volta egoisti, perché ciechi di fronte a qualcosa che sta al di fuori di noi e dalla nostra mente.

Ogni volta che mi lamento penso a questo, e se non riesco a prevederlo, almeno riesco a bloccarlo, o a farlo osservare a chi sta camminando insieme a me.
Non ho superato le mie paure o il mio passato, ma non ho intenzione di stare tranquilla o di non preoccuparmene, "che tanto tutto passa". Non ci credo.
Mi sono accorta che quando provo fastidio verso un atteggiamento altrui, alla fine scopro che la causa di quella sensazione nasce dal fatto che in quel "difetto" mi rivedo e riconosco la stessa umana debolezza, queste piccole cose hanno il potere di dividere e fare sentire uniti allo stesso tempo gli esseri umani.

Mi sono accorta di quanto tante prediche e consigli ricevuti o dati siano stati vuoti finché non sono riuscita ad osservare con i miei stessi occhi e a sbatterci volontariamente la testa.

Per questo preferisco stare zitta piuttosto che dare consigli senza avere una reale visione oggettiva, o senza avere dato al prossimo gli strumenti per poter osservare quella oggettività.

Ogni singolo essere credo abbia già gli strumenti per una crescita, ma se non è volontaria e se la ricerca di questi strumenti non è direzionata, si tratta solo di un corpo di passaggio che invecchia e fa cose. Senza questo tipo di ricerca, per me si rischia di perdere davvero una vita, ma siamo troppo presi da altro per accorgerci della gravità di questo menefreghismo.
Questa noncuranza non riguarda solo noi, come sicuramente pensiamo, ma ha delle conseguenze anche al di fuori di noi stessi.

Ognuno è specializzato a perdere tempo in vari modi, ma arriva un momento in cui si sente una "urgenza" nel cambiare qualcosa, nel prendere in mano la situazione, questi preziosi momenti, anche se ciclicamente potrebbero tornare, non vanno sottovalutati o sprecati, vanno osservati e vissuti con la preghiera di farli diventare parte di noi, accoglierli e avere la forza di ricrearli sempre piu' spesso, finché il processo non diventa costante e duraturo. Solo in questo modo ho attuato dei cambiamenti permanenti in me stessa, che non sono nulla in confronto all'evoluzione del pianeta, ma io considero preziosi, in quanto hanno prodotto un effetto sulla mia vita e su quella di chi mi sta a fianco. Questa è una delle sensazioni che preferisco al mondo.

La sensazione che da un senso ad ogni cosa.

Di Erica Lanzoni - Allieva Sphera


Bookmark and Share

Torna ai contenuti | Torna al menu