PROMETEO BLOG - PROMETEO

Vai ai contenuti

PROMETEO BLOG - 10 Passi per entrare e vivere la giornata in modo consapevole - di Antonella Spotti

PROMETEO
Pubblicato da in Consapevolezza · 9 Giugno 2020
Tags: consapevolezzaosservazione
Questi sono 10 passi per entrare nella giornata in modo consapevole, che chiunque può provare ad applicare e trasmetterlo ad altri, se li ritiene validi.
1 -Appena svegli nel letto ricordate dove siete: non nella vostra camera da letto… ma sulla Terra. Immaginate o visualizzate il pianeta, i continenti emersi e gli oceani e percepite la miriade di persone che camminano e vivono sul pianeta, gli animali, le piante, ecc…
2 -Scendendo dal letto iniziate a muovere il corpo riconoscendolo come una macchina, come se fosse una tuta e voi, la vostra volontà, al comando di questa macchina: percepite le articolazioni come snodi, le mani come strumenti per afferrare, gli occhi come visori ecc. Percepite peso, forma, densità, calore del corpo. Riconoscete di non essere il corpo ma… di INDOSSARLO.
3 -Quando fate colazione deglutite il cibo consapevoli che è “benzina” per la vostra macchina e distinguete tra la reazione emotiva, il piacere del caffè o della brioche e il semplice apporto di sostanze nutritive. Depauperate “il fare colazione” (e se volete qualsiasi altro pasto) dalla parte meccanica ed emotiva e siate consapevoli delle oggettive componenti chimiche: carboidrati, grassi, proteine, acqua, sali minerali e vitamine (se state cercando di seguire una sana alimentazione ciò vi faciliterà di molto il compito). Oltre a ciò, siate grati dei sapori, della possibilità di cibarvi, del piacere che questo genera. Siate coscienti che il cibo è nutrimento. Qualcosa di cui esser grati.
4 -Quando parlate non pensate solo a quello che volete dire, ma percepite il suono della vostra voce e quello che genera. Vi accorgerete meglio di cosa state dicendo. Parlate con cuore e mente in unità.
5 -Ovunque vi troviate cogliete lo spazio attorno a voi e la distanza dalle cose e dalle persone (non riferito all’assurda esperienza di “distanziamento sociale). Cercate di percepire lo spazio attraverso l’ascolto dei suoni vicini e lontani, sia al chiuso che all’aperto (se potete chiudere gli occhi è più facile).
6 -Osservate le forme geometriche e i colori delle cose, prima di dare loro un nome o una funzione: osservate la forma rotonda, quadrata, rettangolare, la tridimensionalità e i colori, ricordando che i colori sono diverse radiazioni elettromagnetiche del visibile, che vengono poi processate dal nostro cervello.
7 -Percepite la gravità: osservate come ogni oggetto è saldamente ancorato al suolo. Sentitevi ancorati al suolo. Sul nostro pianeta la gravità è ovunque. Se così non fosse vedremmo tutto galleggiare o volare. Noi per primi.
8 -Percepite ogni forma di contatto: i piedi a contatto col suolo, la pelle a contatto con i vestiti, le mani che toccano oggetti, il vento o l’acqua sulla pelle, ecc.
9 -Ritiratevi dietro agli occhi come se gli occhi fossero una finestra sul mondo e noi fossimo un punto che osserva affacciati alla “finestra”.
10 -Osservate gli ambienti e le persone percependo non solo l’aspetto fisico e geometrico, ma sentendo la “qualità” delle persone e dei luoghi, utilizzando la vostra sensibilità e intuizione (fidatevi delle vostre sensazioni, soprattutto delle prime sensazioni.
Cliccando qui sotto potete leggere l'intero articolo che contestualizza meglio i 10 passi.

Bookmark and Share

Torna ai contenuti